Le dieci ristampe anastatiche più belle

Bibliophilia Blog e maremagnum.com vogliono oggi presentarvi le dieci ristampe anastatiche di libri antichi più pregiate e ricercate sul mercato attuale.

Prima di addentrarci nell’elenco delle opere che desideriamo segnalarvi, procediamo con una breve introduzione necessaria.

La ristampa anastatica nasce come tecnica litografica. Il procedimento è il seguente: in origine il volume sottoposto a processo di ristampa veniva fotografato, pagina per pagina, professionalmente. Da queste foto si andava a creare una matrice in pietra, ossia una lastra cui procedere con la stampa.
Per mezzo di questa tecnica si ha una “copia” perfettamente congrua rispetto all’originale; le uniche differenze ammesse sono quelle di formato e di supporto cartaceo.

Ovviamente, con il passare del tempo, la tecnica litografica è stata soppiantata fino ad arrivare all’attuale scannerizzazione in digitale.
La differenza, molto labile, con il fac-simile è data, per convenzione, unicamente dai colori di stampa. Una anastatica è sempre in bianco e nero e diviene fac-simile quando la stampa è in tricromia o superiore.
Distinzione questa più formale che sostanziale e che è stata quasi del tutto accantonata.

Anche dal punto di vista qualitativo le cose sono molto cambiate. Negli anni ’60 – ’70 del ‘900 si sono registrate numerose produzioni di ristampe anastatiche, molte delle quali uscivano dai torchi in formati estremamente lussuosi.
Al giorno d’oggi, complice anche il print on demand (vedi qui), la ristampa si accosta sempre più spesso ad una edizione economica da supermercato, se non addirittura ad un blocco di fotocopie rilegate a spirale sul tipo delle dispense universitarie.

La ristampa anastatica, come intuibile, aveva il pregio di voler rendere accessibili – contenutisticamente ma anche tipograficamente parlando – testi antichi e rari di difficile reperibilità. L’avvento della digitalizzazione, come tecnica e come immagazzinamento online, ha decretato la fine delle tecniche anastatiche, o per lo meno una loro drastica marginalizzazione.
Vi sono ancora alcune – poche – case editrici che cercano di puntare su ristampe di qualità, con belle vesti editoriali e magari con il procedimento litografico di una volta, ma si tratta purtroppo di stimabili eccezioni.

Dopo questa breve ma necessaria premessa passiamo ad esaminare alcune delle più prestigiose ristampe anastatiche, selezionate con Maremagnum.

Rerum Italicarum scriptores di L. A. Muratori.
Ristampa Forni del 1983, 28 volumi più uno di indici, in 4°.
Scrisse G. Bertoni: “I Rerum sono un`amplissima silloge di cronache… Vi figurano i cronisti Giordane, Procopio, P. Diacono, vi sono edite le Leggi Longobarde, i Capitolari Carolini, il Liber pontificalis, quello di Agnello Ravennate, la vita della Contessa Matilde, gli annali e le cronache monastiche di Farfa, della Novalesa, di San Benedetto di Montecassino, di Subiaco, le prime storie delle Puglie, della Calabria, della Sicilia… le preziose cronache degli Svevi e quelle più importanti regionali dei secoli XIII – XIV, fra cui quelle… di Dino Compagni e dei Villani oltre a… numerosissime narrazioni”.
Disponibile qui

Corpus Nummorum Italicorum.nummorum
Ristampa Forni del 1972, 20 volumi, in 4°.
“Ristampa anastatica di questa monumentale opera di numismatica, suddivisa per regioni, pubblicata in prima edizione a Roma, dal 1910 al 1943”.
Disponibile qui  

Lexicon Totius Latinitatis di Egidio Forcellini.
Ristampa Forni del 1981, 6 volumi.
lexicon“Dall`ultima edizione la ristampa del celebre e basilare repertorio enciclopedico della lessicografia latina. Compilato dal Forcellini nel 1718, uscì postumo cinquantaquattro anni dopo. Fu quindi ampliato, corretto e riedito prima dal Furlanetto (1827 – 31), poi da altri due studiosi cui se ne deve il compimento, il Corradini e il Perin, curatore quest`ultimo dell`”Onomasticon” nel quinto e sesto volume”.
Disponibile qui 

Antiquitates Italicae Medii Aevii di L. A. Muratori.
Ristampa Forni del 1965, 6 volumi, in 4°.
“Divise in 75 dissertazioni che “”organizzano ab intra la materia””, le Antiquitates affrontano la civilta’ dell`alto e basso Medioevo in Italia sulla scorta di migliaia di documenti prodotti con illuminata perizia”.
Disponibile qui 

Le maiolicahe italiane della Collezione Pringsheim di Otto Von Falke.pringsheim
Ristampa Belriguardo del 1994, 3 volumi in folio.
“L’opera non è solo la ristampa, rigorosamente fedele all’originale, dei due voll.stampati nel 1914 e nel 1923, ma con l’aggiunta del III vol.(fino ad ora inedito), costituisce anche il completamento dopo 80 anni dell’opera. Arricchiscono l’opera nuovi testi introduttivi tradotti in italiano ed inglese come i testi originali. La Collezione Pringsheim fu la più grande raccolta privata di maioliche italiane del Rinascimento mai eguagliata per qualità e quantità”.
Disponibile qui 

La Voce Rivista d’idealismo militante.
Ristampa Forni del 1985, 5 volumi in folio.
Ristampa anastatica dell’edizione di Firenze della Tipografia Aldina.
Disponibile qui 

I quattro libri dell’architettura di Andrea Palladio.
Ristampa Hoepli 1990, in 4°.
Disponibile qui 

De divina proportione di Luca Pacioli.dedivina-facsimile-1-scorre
Ristampa Aboca, in 4°.
“Il manoscritto De divina proportione di Luca Pacioli è uno straordinario compendio di matematica, architettura, teologia e filosofia del Rinascimento. Redatto nel 1498, in lingua volgare per favorirne la comprensione e la diffusione, si compone di quattro parti: nella prima, dopo aver celebrato l’importanza della matematica, l’Autore tratta anche di teologia, di filosofia e di musica; introduce la proporzione divina spiegando che è divina perchè per noi incomprensibile, magica, sovrumana”
Disponibile qui 

repertoire-majolique-italienne-c41c0b49-c86e-4178-ae5f-6c1677df867fRepertoire de la majolique italienne di J. Chompret.
Ristampa San Gottardo / Malavasi del 1986, 2 volumi in 4°.
“Prima ristampa anastatica di questa importante opera pubblicata a Parigi nel 1949”.
Disponibile qui 

Herbario nuovo di Castore Durante.
Ristampa Julia del 1964, in 4°.
Riproduzione dell’edizione di Roma 1585.
Disponibile qui 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...